È tempo di revisionare la caldaia: i lavori da fare


È tempo di revisionare la caldaia: i lavori da fare




Revisionare la caldaia è molto importante, ma quali lavori ci sono da fare? Abbiamo pensato di parlarvi dei vari controlli che si effettuano alla caldaia, specificando perché è importante farli, quali sono le multe in cui si può incorrere e ogni quanto va controllata.

Ogni quanto va revisionata la caldaia?

Di seguito, riportiamo quanto scritto nella DPR n. 74/2013, che regola il controllo dei fumi della caldaia.

  • Gli impianti termici a combustibile liquido o solido con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere revisionati ogni due anni;
  • Gli impianti a gas metano o GPL con potenza inferiore o uguale a 100kW devono essere controllati ogni quattro anni;
  • Per quanto riguarda gli impianti termici a combustibile liquido o solido, che abbiano potenza superiore ai 100kW, vanno controllati annualmente;
  • Infine, per gli impianti a gas metano e GPL con potenza superiore a 100kW si procede con la revisione ogni due anni.

Bollino blu, manutenzione e controllo fumi: che cosa sono?

Abbiamo pensato che potesse esservi utile parlare delle differenti tipologie di manutenzione della caldaia e perché sono importanti da fare. Ognuno di questi controlli è obbligatorio per legge e deve essere sempre fatto annualmente o a rotazione annuale.

  1. Bollino Blu: la caldaia viene controllata sotto ogni aspetto. Verrà un tecnico professionista in casa vostra ad apporre il Bollino Blu sul libretto. Quest’ultimo verrà comunicato anche al Comune. Nel caso in cui non vi fosse presente il Bollino Blu, si rischiano ispezioni e multe salate, che possono arrivare fino a 3,000 euro;
  2. Manutenzione Caldaia: controllare la manutenzione della caldaia è sempre raccomandabile. Ogni caldaia ha bisogno di componenti di alto livello per funzionare al meglio;
  3. Controllo Fumi: controllare lo scarico fumi della caldaia è a dir poco indispensabile. Dopo un po’ di tempo dal suo funzionamento, la caldaia ha bisogno di essere pulita, per evitare che inquini all’esterno e all’interno dell’abitazione. Se non lo facessimo, sottoporremmo la nostra salute a rischio.

 







Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.