Stufa a bioetanolo: quando si cambia lo stoppino?


Stufa a bioetanolo: quando si cambia lo stoppino?




Le stufe a bioetanolo che possiamo trovare in commercio sono le più svariate. Ogni stufa offre determinati vantaggi e, in parte, anche degli svantaggi che dobbiamo considerare. Abbiamo pensato di scrivere un articolo sulla stufa a bioetanolo con stoppino: cosa c’è da sapere? Ogni quanto va cambiato lo stoppino?

Di seguito, troverete tutte le informazioni necessarie su questo modello.

Quali sono i vantaggi di una stufa a bioetanolo con stoppino?

Per quanto riguarda i modelli di stufe a bioetanolo con stoppino, il primo vantaggio è rappresentato sicuramente dal prezzo economico. Inoltre, non hanno bisogno di essere alimentati dall’energia elettrica.

Ciò significa che, oltre al costo iniziale del tutto contenuto, potrete continuare a risparmiare utilizzando questo modello. Inoltre, ridurrete i livelli di inquinamento e non pagherete più bollette salate per colpa del riscaldamento.




Tuttavia, ci sono due svantaggi da considerare, ovvero l’accensione e lo spegnimento della stufa e il limite di riscaldamento. Anzitutto, non possiamo purtroppo impostare né l’accensione e né lo spegnimento automatico.

Infine, dobbiamo anche considerare che il limite massimo di riscaldamento è di circa 40 metri quadri. Dunque, alla fine, sono maggiormente consigliate a chi vive in monolocali o al massimo nei bilocali.

Quando si cambia lo stoppino della stufa a bioetanolo?

Lo stoppino della stufa a bioetanolo è una componente essenziale. Quando abbiamo a che fare con questo genere di apparecchiature molto delicate è sempre meglio eseguire una manutenzione sicura e professionale.

I tempi del cambio dello stoppino variano anche in base all’utilizzo che facciamo della nostra stufa. Generalmente, alcuni lo cambiano annualmente, proprio all’inizio di una nuova stagione invernale, mentre altri, invece, decidono di utilizzarlo per due anni.

Il nostro consiglio è che è sempre meglio investire su un’ottima pulizia e manutenzione della vostra stufa, in modo tale da prevenire gli sprechi e una possibile rottura dello stoppino.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.