Impianto elettrico a norma, quanto può costare?


Impianto elettrico a norma, quanto può costare?




Molti si chiedono quanto può costare un impianto elettrico per un appartamento. In realtà il costo dell’impianto elettrico dipende un po’ da quale è la location in cui viene installato. Innanzitutto, è opportuno sottolineare che l’impianto elettrico deve essere a norma e quindi bisogna che alla fine della realizzazione ci sia la decisione di provvedere ad una certificazione dell’impianto elettrico che possa garantire una sorta di garanzia per chi vive in quella casa, specie se in futuro potrà venderla oppure cederla.

Tra gli interventi necessari per la realizzazione di impianto elettrico bisogna mettere in conto una spesa di non poco valore. Infatti, l’impianto elettrico è una di quelle cose su cui non si può risparmiare, perché comunque riesce ad essere preziosa per la sicurezza. Per effettuare questo tipo di intervento sarà necessario pensare a tutti i passaggi previsti dalla legge e quindi creare un sistema che venga tracciato sul muro dell’impianto, scavando tutte le traciature e collocando i tubi, cavi e tutti gli apparecchi della casa prima di effettuare una verifica finale. Il costo per l’impianto è variabile.

lQual è il costo dell’impianto elettrico

L’impianto elettrico ha un costo variabile a seconda di quello che il tipo di struttura che stiamo
realizzando. In linea generale, bisognerà pensare ad un prezzo medio che va in base al numero di punti
luce per impianti elettrici, sia civili che industriali.

Solitamente il costo di un punto luce da 220 volt a terra varia dai 14 ai 16 euro, un punto comando dai
28 ai 30 euro, un punto di regolazione dai 52 ai 55 euro, un punto comando luminoso da 28 a 30 euro,
un punto presa 2 x 10 va da 28 a 30 euro e così via, per poi andare ad aggiungere tutta una serie di
posti che invece riguardano l’intervento di un tecnico e la manodopera.




In generale, si può arrivare a spendere fino a circa 5mila euro, però si avrà anche l’opportunità di poter avere delle detrazioni fiscali soprattutto, se si punta sull’energia alternativa




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.