Convertire vasca in doccia , quanto costa farlo


Convertire vasca




Convertire vasca in doccia, quanto costa farlo? In tanti sono stanchi di avere una vasca da bagno, oggi come oggi, è possibile in tutta facilità cambiarla con una più pratica e comoda doccia, ma in tanti vogliono sapere un particolare non di poco conto: qual’ il costo per cambiare la vasca con una doccia e soprattutto è giusto scegliere tra vasca e doccia?

Molte abitazioni dove il bagno è dotato unicamente di una vasca, si può provvedere a cambiarla in maniera facile e rapida, per fare la doccia: ma trasformare e cambiare la vasca con la doccia quanto viene a costare?

In tantissime circostanze la doccia viene preferita anche da persone con capacità motorie ridotte, e che, per vantaggio, nei nuovi impianti doccia disponibili sul mercato, trovano non solo grandi spazi ma anche tutti gli attrezzi indispensabili per la propria sicurezza e benessere. Le moderne docce infatti, vantano piatti doccia ampi, utilizzabili in tutta tranquillità in due e una serie di accessori ed attrezzi, tra soffioni, cromoterapia, idromassaggio, e tanto altro, cosi da assicurare comfort assoluto, relax e benessere.

Riepilogo delle fasi per convertire vasca in doccia

  • Prima di tutto si deve effettuare il taglio e l’eliminazione della vasca presente all’interno del proprio bagno;
  • Si rimuovono dunque tutti quanti i detriti;
  • Vengono cambiati eventuali scarichi e tubature rotte;
  • Si continua con la progettazione di una copertura dell’area occupata in precedenza dalla vasca vecchia, con prodotti sigillanti;
  • Proseguendo si procede all’installazione di un nuovo piatto doccia e poi di conseguenza si installa il rivestimento a parete;
  • Infine, si procede con il montaggio del box doccia e dei rispettivi accessori.

Costi per sostituire la Vasca da bagno con una doccia

Il fai da te in questi casi è estremamente sconsigliato. Sostituire la vasca da bagno con una doccia dev’essere tassativamente svolto da tecnici esperti che sanno dove mettere le mani.




Parlando di prezzi, bisogna valutare in maniera corretta i seguenti parametri;

  • Tariffa oraria del professionista o azienda, che, spesso e volentieri, cambiano a seconda dell’esperienza, dal numero di operai che svolgeranno il lavoro e dalla vostra urgenza;
  • Il costo dei materiali utilizzati: valutate se preferite materiali che costano meno – magari il PVC – piuttosto che quelli più costosi e duraturi nel tempo, ciò inciderà fino ad un 50% sul costo finale.

Arrivati a parlare di soldi veri e propri, i costi variano da un minimo di 600 euro fino ad un massimo di 3000 euro e i tempi di svolgimento del lavoro, possono cambiare da 5-7 giorni a seconda del caso e in particolar modo di eventuali imprevisti.




Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.