Letti per degenza domiciliare: vengono forniti dal SSN?


Letti




Il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) attraverso le ASL territoriali fornisce i letti ortopedici per degenza domiciliare ad anziani e invalidi che ne fanno richiesta.

Per poterlo ottenere, bisogna innanzitutto chiedere al proprio medico curante  di rilasciare una richiesta di visita fisiatrica a domicilio.

La richiesta per i letti

Con questa richiesta ci si potrà recare presso la ASL di competenza, pagare il ticket sanitario regionale dovuto per la prestazione e la richiesta passerà all’azienda sanitaria locale.




Nello specifico, al settore assistenza protesico, addetto alla fornitura di presidi protesici come busti, plantari, carrozzine per disabili e letti antidecubito, oltre che di presidi per l’incontinenza e materiali per la medicazione.

A questo punto, l’incaricato ASL effettuerà la visita domiciliare (da fissare tramite prenotazione) e, una volta constatata l’idoneità del paziente alla fornitura dell’ausilio, prescriverà la fornitura dell’ausilio più adatto.

È poi necessario mettere in comunicazione il servizio sanitario nazionale con l’azienda convenzionata attraverso la richiesta di un preventivo di spesa (che deve essere presentato alla ASL di competenza che deve autorizzare la fornitura).

Solo dopo l’autorizzazione

Solo dopo l’autorizzazione dell’azienda sanitaria locale, l’azienda fornitrice dell’ausilio provvederà alla consegna del materiale.

Nel caso del letto antidecubito deve essere collaudato dal fisiatra incaricato per valutare la qualità del prodotto e l’idoneità rispetto alle esigenze del paziente.

Una volta che il materiale sanitario non è più utile al paziente per vari motivi, deve essere restituito per poter essere messo a disposizione di altri pazienti.

Un’alternativa alla fornitura del letto per degenza domiciliare da parte del SSN è l’acquisto presso un’azienda di prodotti sanitari: in questo caso, l’Agenzia delle Entrate riconosce delle agevolazioni fiscali alle persone con disabilità. 

L’imposta sul valore aggiunto è agevolata al 4% per tutti quegli ausili tecnici necessari al miglioramento delle condizioni della persona che abbia difficoltà motorie o di deambulazione (come appunto letti ortopedici, materassi antidecubito, cuscini antidecubito e così via).

Oltre all’agevolazione dell’IVA, i disabili possono beneficiare anche della detrazione dell’Irpef pari al 19% delle spese sostenute per l’acquisto dell’ausilio.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%






Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.